Il decreto legislativo 231/2001

Il D.lgs. n. 231/2001 ha introdotto nel nostro ordinamento nuovi principi in materia di responsabilità amministrativa delle "persone giuridiche e società, associazioni o enti privi di personalità giuridica che non svolgono funzioni di rilievo costituzionale per gli illeciti derivanti dalla commissione di determinati reati da parte di soggetti in posizione apicale o subordinata nell'ente stesso.

In particolare il Decreto ha definito che presupposto per questa responsabilità di natura amministrativa (diretta, propria, autonoma e non solidale con l'autore del reato presupposto) è il non aver predisposto misure idonee (i modelli di organizzazione, gestione e gestione) ad evitare che il fatto delittuoso venga commesso.

Vega Soc. Coop., come società cooperativa, appartiene a quella categoria di enti giuridici che possono incorrere nella responsabilità amministrativa in questione e si è pertanto dotata di un complesso di norme organizzative e di condotta riassunte nel Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo e relativo Codice Etico (insieme il "Modello") predisposti ai sensi e per gli effetti di cui al D.lgs. n. 231/2001.

In sintesi il Modello:

  • individua le attività nel cui ambito esiste la possibilità che vengano commessi reati;
  • introduce un sistema di analisi del rischio mediante mappatura dei processi;
  • prevede le specifiche procedure dirette a programmare la formazione e l'attuazione delle decisioni dell'ente in relazione ai reati da prevenire;
  • individuare le modalità di gestione delle risorse finanziarie idonee ad impedire la commissione dei reati;
  • prevedere obblighi di informazione nei confronti dell'organismo deputato a vigilare sul funzionamento e sull'osservanza del Modello;
  • introduce un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel Modello.

Con il precipuo compito di verificare il funzionamento, l'efficacia, l'adeguatezza e l'osservanza del Modello, è stato istituito, altresì, presso Vega Soc. Coop. un Organismo di Vigilanza (di seguito "O.d.V.").

Alla luce di quanto sopra si invitano tutti i dipendenti/collaboratori e partners a prendere atto dei precetti e del contenuto del D.lgs. n. 231/2001, impegnandosi a non commettere né agevolare comportamenti che possano sostanziare uno o più reati previsti dal D.lgs. n. 231/2001, attraverso l'attenta e scrupolosa lettura del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo nonché del Codice Etico entrambi reperibili nel link di seguito proposto.